Dubai Lifestyle App Truffa

Guadagnare soldi facili, magari con i mercati finanziari, è un sogno di molti italiani. Dopo tutto in Italia guadagni solo se sei un politico o se sei l’amico (o meglio l’amicA) o il famigliare di un politico. In trading online rappresenta il grande sogno che è possibile fare soldi anche senza la raccomandazione di un politico. Il trading online, intendiamoci, funziona e funziona anche bene ed è per questo che è diventato davvero famoso. Ma non tutto è oro quello che luccica e infatti ci sono alcuni che ne approfittano creando delle vere e proprie truffe di trading per attirare gli allocchi.

Avete sentito parlare di Dubai Lifestyle App truffa? Si tratta di una truffa veramente ben congeniata: promette guadagni elevatissimi a tutti, pubblica testimonianze false, addirittura ci sono testimonianze che spiegano come, quando si usa l’app in demo, i guadagni sembrano esserci. Quando poi si depositano soldi veri, ovviamente, i guadagni non ci sono più e i soldi depositati vanno rapidamente, quanto inesorabilmente, in fumo.

Ma che cosa è veramente dubai lifestyle app e cosa spinge persone tutto sommato intelligenti a iscriversi ad un app di questo tipo?

Recensioni Dubai Lifestyle App

Facciamo subito una premessa indispensabile: gli italiani sono un popolo di analfabeti funzionali, un popolo a cui puoi raccontare di tutto sicuro che moltissimi ti crederanno. Dopo tutto è l’unico paese al mondo in cui il leader del partito di maggioranza relativa è un comico condannato con sentenza definitiva per omicidio.

Certo gli italiani capiscono, prima o poi, di essere stati fregati. Di solito lo capiscono dopo, in effetti, ed è quello che succede con la truffa Dubai Lifestyle App. Prima operano in demo e vedono che ci sono guadagni elevati. Ovviamente i guadagni poi si volatilizzano subito quando cominciano ad operare con la piattaforma reale.

E a questo punto scatta l’orgoglio da italiano fottuto: si mette a scrivere recensioni spiegano a tutti perché Dubai Lifestyle App è una truffa. La grammatica e la sintassi sono violentate da queste recensioni, ma lasciamo da parte questo aspetto. L’italiano (meglio, italiota) quando scrive queste recensioni di Dubai Lifestyle App deve sfogare tutta la sua rabbia per essersi fatto fregare, proprio lui che grazie a Dubai Lifestyle App credeva di fregare il sistema.

Le recensioni di Dubai Lifestyle App sono tutte di questo tenore, più o meno. E’ ovvio che chi cade in una truffa tanto evidente è davvero un analfabeta funzionale e quindi non può certo scrivere qualcosa di più articolato. Le recensioni più utili della truffa Dubai Lifestyle App sono scritte da coloro che non ci cascano e cercano di mettere in allerta gli altri.

Ma siamo quasi sicuri che qualche commentatore ci accuserà di essere servi delle banche, che parliamo male di Dubai Lifestyle App solo per evitare che il popolo possa guadagnare soldi facili. A queste persone diciamo in anticipo: accomodatevi, depositate pure tutti i vostri averi sulla piattaforma Dubai Lifestyle App e vedrete se è una truffa oppure no.

Dubai Lifestyle App Ashton Kutcher

Gli architetti della truffa Dubai Lifestyle App però sono stati davvero molto intelligenti. Nella pubblicità diffusa online hanno citato l’attore Ashton Kutcher come finanziatore dell’applicazione. E’ una scelta molto furba, visto che l’attore in effetti ha veramente finanziato delle startup tecnologiche nel passato. Ma è ovvio aggiungere che in questo caso Ashton Kutcher non c’entra davvero nulla e che anzi probabilmente sporgerà presto denuncia per essere stato coinvolto in una truffa di questo tipo.

Tra l’altro la stessa pagina promozionale di Dubai Lifestyle App spiega chiaramente che si tratta di story telling, in pratica si stanno inventando tutto. Sono dei truffatori quelli di Dubai Lifestyle App ma possiamo dire che sono dei truffatori onesti. Peccato che la loro onestà la esprimono nelle scritte in piccolo che non legge assolutamente nessuno.

Dubai Lifestyle App cos’è

Che cosa è Dubai Lifestyle App? Secondo la pubblicità che è stata diffusa in rete è un sistema per guadagnare soldi facili in maniera automatica. La realtà ovviamente è molto diversa: per non girarci troppo attorno possiamo dire chiaramente che è una vera e proprio truffa che ha già rovinato decine di migliaia di italiani, attratti dalle sirene dei facili guadagni.

Dubai lifestyle app funziona?

Funziona Dubai lifestyle app? Dipende. Se poniamo la domanda con riferimento ai suoi proprietari, certo che funziona, probabilmente sono già diventati milionari e probabilmente vivono in un paese dove si sentono al sicuro dalle azioni legali dei tanti italiani truffati. Se invece ci mettiamo dalla parte di chi usa Dubai lifestyle app è ovvio che non funziona. La possiamo definire una vera e propria truffa.

Dubai lifestyle app commenti

Quali altri commenti possiamo aggiungere a proposito di Dubai lifestyle app? Semplice che si tratta di una truffa. Poi chi cade in una trappola credendo alle favole dei facili guadagni è veramente un’analfabeta funzionale e merita di perdere tutto quello che ha.

Forex trading : cos’è e come funziona

Tutti gli investitori sognano di guadagnare soldi con il forex trading. Ma è facile fare soldi ? Possiamo dire che il Forex è un mercato molto redditizio ma bisogna affrontarlo con l’atteggiamento giusto e partire dalle basi. Bisogna, prima di tutto, imparare cos’è il trading sul forex, quali sono le migliori strategie e i vantaggi di investire sulle valute.

In questo articolo cercheremo di spiegare brevemente cos’è il forex trading per poi arrivare alla parte pratica con le strategie. Oggi siamo invasi di pubblicità di broker che propongono la loro piattaforma di investimento per investire nelle valute. Molti, però, non sanno cos’è il Forex nè come funziona, ecco perchè vogliamo fare chiarezza.

Forex trading : cos’è

Col termine forex si indica il Foreign Exchange Market ovvero un mercato finanziario in cui ogni giorno si scambiano valute al fine di ricavarne un profitto. Gli ultimi dati di testate economiche specializzate parlano di volumi di scambi che superano i 5 mila miliardi di dollaro al giorno.
Sono numeri che fanno capire perchè l’interesse attorno al Forex è così forte. Fino a qualche anno fa i grossi istituti di credito e le Banche centrali monopolizzavano il settore con scambi tra loro. L’arrivo della rete e delle connessioni veloce ha cambiato tutto ed in meglio per i piccoli investitori.

Sono arrivati i broker online
, società di intermediazione finanziaria che permettono a chiunque abbia un pc collegato ad Internet di fare trading sulle valute. Uno dei migliori è sicuramente 24fx (clicca qui per saperne di più), un broker autorizzato dalla CONSOB che offre condizioni di trading davvero conveniente.

Il funzionamento del Forex trading è molto semplice. Ogni giorno milioni di persone acquistano valute e le rivendono quando il prezzo va su per ricavarne un profitto. Tutto avviene in modo trasparente tramite le piattaforme di trading ed in modo simultanea.

Oggi valuta viene commerciata in coppia. Ad esempio il cambio euro dollaro è indicato dalla coppia (EUR/USD). Le coppie di valute vengono scambiate tra broker e dealer. Oggi i broker consentono anche a chi non ha capitali elevati e dunque agli investitori privati (detti trader retail) di fare operazioni sulle valute. Naturalmente per guadagnare non basta essere bravi dal punto di vista tecnico, occorre applicare delle strategie di forex trading che siano vincenti e che consentano di fare profitti sfruttando le oscillazioni delle quotazioni.

Il Forex è un mercato in cui le contrattazioni avvengono online quasi esclusivamente dunque è un mercato fortemente OTC (over the counter) in cui non c’è una sede fisica come può essere ad esempio la Borsa per i titoli azionari. Vediamo ora come funziona il mercato forex.

Mercato forex : come funziona ?

Il forex è un mercato in cui le quotazioni possono ambiare da broker a broker di pochi pips. Non ci sono enti che regolano il mercato dall’alto e dunque il Forex non è facilmente influenzabile. Le quotazioni delle coppie di valute sono influenzate da vari fattori economici così come dalle notizie o dagli annunci delle banche centrali.

Ma come funziona esattamente il forex trading ? Cerchiamo di capirlo con un esempio. Supponiamo di voler fare trading sul cambio euro dollaro.
EUR/USD ha una quotazione di 1,0030

La valuta EUR (euro) è detta valuta base, mentre USD (dollaro) è detta valuta quotata.
Il tasso di cambio indica quanti dollari ci vogliono per comprare 1 Euro, cioè la valuta base. Se volessimo invece fare l’operazione opposta di vendita il tasso di cambio ci indica che vendendo 1 euro si ricevono 1,0030 dollari americani.

In termini pratici oggi il trading si fa con i derivati. I broker mettono a disposizione strumenti derivati come i contratti per differenza (CFD) o le opzioni binarie. Un derivato replica esattamente l’andamento di un bene detto sottostante, nel nostro caso il cambio euro dollaro.

Quindi volendo fare trading sulla coppia EUR/USD non si acquistano fisicamente le valute ma si negozia sul prezzo sfruttando la leva finanziaria. In questo modo i trader possono investire un capitale sensibilmente inferiore, guadagnare di più e sfruttare i movimenti di mercato anche al ribasso.

Vantaggi del forex trading

Una volta capito cos’è il forex trading vogliamo capire perchè tutti sono interesati agli investimenti. Perchè dovreste voler investire nel Forex. Abbiamo evidenziato alcuni vantaggi che ti aiutano a capirlo:

  • Zero commissioni : per fare trading basta creare un account su un broker gratuitamente. I broker rispetto alle commissioni salatissime delle banche tradizionali non gravano di costi l’utente guadagnando sullo spread
  • Requisiti di accesso bassi: non ci vuole un capitale iniziale enorme per cominciare, basta aprire un conto di trading con poche centinaia di dollari
  • Leva finanziaria : il concetto di leva finanziaria merita un approfondimento, tuttavia è un meccanismo che permette di “muovere” capitali più alti di quelli effettivamente a disposizione
  • Possibilità di negoziare 24 ore su 24 : il mercato forex è sempre aperto grazie agli orari di aperture delle Borse mondiali
  • Mercato liquido : come abbiamo detto in precedenza ci sono molti soldi in giro e dunque tanta liquidità che fa in modo che ci sia sempre gente disposta a comprare e vendere

Questi sono alcuni dei vantaggi. Ci sono anche dei rischi ma ogni attività finanziaria non è sicura al 100%. Il trader vincente è colui che riesce a fare trading gestendo correttamente il proprio denaro e riducendo al minimo i rischi.

Strategie forex trading

Per iniziare a fare trading bisogna partire dalle basi e capire quali sono i concetti basilari, la terminologia e come funzionano i mercati. Basta questo per guadagnare? Evidentemente no, è fondamentale applicare le giuste strategie di trading che permettano di moltiplicare il capitale investito e fare soldi. Tutto dipende dagli obiettivi prefissati e dai margini che vi siete dati per investire oltre allo stile di trading.

Il trader più conservativo potrà investire nel lungo periodo, quello più aggressivo può utilizzare anche tecniche di scalping per fare migliaia di operazioni e guadagnare piccole cifre che sommate fanno un grosso profitto.

Non esiste una strategia nel Forex che vada bene per tutti. Ci sono tanti modi di guadagnare e tutti potenzialmente validi. Tutto varia a seconda del mercato di riferimento e alla propensione al rischio. Abbiamo riepilogato alcune strategie di trading di base con cui cominciare:

  • Trading su volatilità : è una strategia che molti utilizzano basandosi sui concetti di supporto e resistenza sui grafici. Si individuano i punti dei grafici in cui è alta la volatilità per poi individuare i punti che superano supporti e resistenza.
  • Price action : è una strategia che mira ad individuare un movimento senza indicatori del mercato per aprire posizioni. Questo significa che il trader basa le proprie decisioni confrontando il prezzo e senza fare uso di indicatori
  • Scalping : è una strategia per trader molto aggressivi che cercano di cogliere i movimenti piccoli di mercato aprendo centinaia o migliaia di posizioni per fare piccoli guadagni per singola trade. E’ consigliabile farlo su coppie in cui la liquidità è elevata
  • Trading sulla notizia : è una strategia che viene utilizzata sopratutto da chi privilegia l’analisi fondamentale. Si aspettano notizie economiche importanti come gli annunci delle banche centrali o i dati di uno Stato per aprire posizioni

Abbiamo visto delle strategie di base che potete approfondire per poter iniziare a fare trading forex. Naturalmente oltre alla formazione dovrete lavorare su voi stessi e sulla vostra psicologia. Il trader vincente sa infatti controllare ansie, paure ed emozioni e questo nessun corso di trading lo può insegnare.

Funzionano i trucchi per il Forex?

Guadagnare con il Forex è possibile. Sono sempre di più gli italiani che si avvicino ai mercati finanzieri attraverso il Forex. Come in ogni impresa o azione umana bisogna disporre di strategie, trucchi (chiamiamoli “astuzie”) per investire nel Forex e trarre profitto. Tra le strategie più utilizzate ad esempio vi è il day trading, adatto a chi si avvicina per la prima volta, che consente di massimizzare i guadagni con piccole transazioni aperte e chiuse nella stessa giornata. Per chi volesse approfondire in maniera professionale le strategie per trading forex, suggeriamo di visitare http://www.tradingonline.me/strategia-forex

L’orario più indicato per investire

Questo aspetto rientra tra i trucchi più utilizzati nel Forex. Si tratta di stabilire l’orario più indicato per operare avvalendosi della sovrapposizione delle sessioni europee ed americane. Le principali strategie utilizzate da chi pratica nel Forex sono 3: day trading; scalping trading; position trading.

Il Day trading è l’applicazione di una strategia al breve termine, basata sull’apertura e sulla chiusura delle posizioni nella stessa giornata, non eseguendo tutte le operazioni all’apertura del mercato, ma distribuendo nell’arco di tutta la giornata delle piccole transazioni. Gli utenti devono avere molta pazienza ad inserire e chiudere più posizioni nella giornata.

Lo scalping è di facile applicazione e prevede al pari del day trading, operazioni svolte nel corso della giornata, ma è più congeniale per utenti esperti. Consiste nella speculazione nel breve termine sulla valuta, senza dover distribuire le operazioni nel corso della giornata.

Il position trading prevede un orizzonte temporale nel medio e nel lungo termine, con apertura di posizioni anche per diversi mesi. Richiede una maggiore gestione nel tempo delle operazioni, valutazioni continue di grafici e di dati per trovare la soluzione che permette di definire un maggiore guadagno sul Forex.

Trucchi per massimizzare i guadagni nel Forex

Il mercato Forex è aperto 24 su 24. Con la presenza di diverse valute da scambiare nel corso della giornata, offre senza dubbio un notevole vantaggio di poter osservare i principali cambiamenti presenti sul mercato prima di attuare un qualsiasi investimento. Sono possibili alcuni soluzioni per massimizzare i guadagni nel Forex, come ad esempio l’utilizzo di graficiper offerti dalle proprie piattaforme, per osservare le principali variazioni della giornata, puntando dei primi capitali su quelle coppie di valute che presentano maggiori possibilità di previsioni su un eventuale apprezzamento o deprezzamento della valuta.

Nel Forex vi è la suddivisione in tre principali sessioni: europea, americana e asiatica. Dobbiamo conoscere gli orari di sovrapposizioni delle stesse e sfruttarli. Questo può tradursi in un ottimo trucco per massimizzare il guadagno nel Forex. Le sessioni europee (con scambio maggiore di euro) e le sessioni americane (con scambio maggiore di dollaro) presentano una sovrapposizione nell’apertura tra le 14 e le 17 ora italiana. Queste ore sono potenzialmente quelle che possono garantire un maggiore guadagno all’utente grazie alla volatilità raggiunta dai tassi di cambio.
Broker e trend di lungo periodo
Scegliere sempre i migliori anche e soprattutto nel caso dei broker di Forex, controllare che gli stessi siano muniti delle relative autorizzazioni per operare, la loro trasparenza sulle condizioni applicate e sulla presenza di eventuali commissioni elevate, che potrebbero compromettere il buon guadagno ottenuto.

E’ importante puntare sul trend di lungo periodo per massimizzare le proprie possibilità di guadagno, dei movimenti e delle oscillazioni delle valute in un certo periodo di tempo, per cercare di avere delle previsioni quanto più possibili precise sulle percentuali possibili di apprezzamento o deprezzamento delle valute sul Forex. L’osservazione dei tassi di cambio registrati nella giornata oppure le osservazioni grafiche posso rilevarsi ottimi metodi per raggiungere un buon guadagno.

Il Forex presenta meccanismi operativi semplici

Questi meccanismi possono essere considerati come una alternativa alle opzioni binarie. Sono meccanismi operativi semplici. Il trader non deve mai dimenticare però che il Forex è un investimento con ottime possibilità di guadagno ma anche di potenziali perdite. Comporta dei rischi.
E’ bene seguire i consigli e darsi delle regole
La fretta è cattiva consigliera. I guadagni arriveranno ma prima bisogna conoscere quelle che sono le principali caratteristiche del Forex. Dobbiamo organizzare sempre nel dettaglio gli investimenti osservando le principali valute e oscillazioni, meccanismi di calcolo dei guadagni e principali strategie operative.

Chi opera deve rendersi conto delle proprie caretteristiche e in base a quelle operare magari con piccole somme nelle prime operazioni. Così si otterrà un maggiore guadagno e si potrennoa limitare e cercare di evitare perdite consistenti.

Carta e penna alla mano o meglio su un foglio elettronico va stilato un programma di investimento definendo delle priorità da attuare del Forex senza lasciarsi andare a troppa avidità. Altra caratteristica umana che insieme alla fretta è foriera di esiti infelici.

Il fattore umano è alla base. Gestione delle proprie emozioni senza “accanirsi” su un’operazione, optando per la relativa chiusura quando si è raggiunto un buon guadagno. Puntare nelle prime operazioni su valute più conosciute e facili da analizzare come il classico cambio euro/ dollaro o dollaro/ euro e non su valute meno note. Non operare su più fronti contemporaneamente lasciandosi guidare dalla costante apertura del mercato del forex 24 su 24. Ogni operazione è importante come le altre e bisogna dedicargli tempo.

Il Forex non ha bisogno di una scorciatoia

Si tratta di seguire i migliori consigli (detti anche “trucchi”) per guadagnare il massimo con il Forex. Per fare la differenza bisogna affidarsi al broker forex migliore. Plus500 è fra questi. Non è l’unico intermediario di qualità ma è uno dei migliori in assoluto. Si tratta di un broker per Forex autorizzato e regolamentato dalla britannica Financial Conduct Authority e riconosciuto anche in Italia dalla CONSOB. Sicuro, affidabile e onesto. E’ l’unico tra tutti i broker forex indipendenti ad essere quotato sulla Borsa di Londra. Se vogliamo guadagnare con il forex uno dei trucchi è puntare sul meglio e quindi iscriverci a Plus500. E’ disponibile un piano di bonus interessante che parte da 25 euro che vengono attribuiti anche senza un deposito ed arriva fino a 7.000 euro per chi decide di effettuare un deposito. Sul fronte degli spread che le condizioni offerte ai trader sono tra le più vantaggiose del mercato. Per attivare un conto Plus500 con bonus fino a 7.000 euro segui il link, entra nel portale e verrai guidato alla registrazione.

Forex trading investimenti

Per aumentare i guadagni Forex dobbiamo non dimenticare che si tratta di un investimento finanziario. Niente improvvisazione o casaulità altrimenti si rischia di perdere tutto. Anche i novellini hanno l’opportunità di guadagnare sul mercato Forex ma devono utilizzare strumenti ed opportunità che possono offrire i top broker che supportano il social trading o sottoscrivere abbonamenti a segnali Forex (gratis o a pagamento). Un minimo di impegno e di studio e anche i nuovi trader possono imparare a muoversi e guadagnare di conseguenza.

Le strategie Forex che generano i profitti più elevati sono le più semplici. Contemplano di seguire il trend del mercato o di andare contro il mercato. Non resta che iniziare ad operare.

Forex: per molti ma non per tutti

Il mercato forex è il mercato in assoluto più ricco che esista. In effetti nessun altro mercato muove tanti soldi e fa guadagnare tanto come il forex. Possiamo dire che il forex è una sorta di paese dei balocchi dove ci sono ricche opportunità per tutti? No, non possiamo definire così il forex. E’ vero, sul forex si possono guadagnare veramente tanti soldi, quasi in modo illimitato. Ma fare il forex trader non è così facile come si scrive su qualche forum.

Perché diciamo questo? Forse perché ci vuole un’esperienza grandissima e una preparazione universitaria? No, anzi. La preparazione iniziale non è affatto importante e si può acquisire in modo tutto sommato facile grazie alle tante guide disponibili gratuitamente online e al materiale didattico che i migliori broker per forex mettono a disposizione gratis.

Forse perché ci vuole un capitale molto elevato per cominciare a operare sul mercato forex?
Assolutamente no, si può cominciare a fare trading sul forex con un capitale iniziale di appena 100 euro, anche con i migliori broker per Plus500. E allora qual è il problema, perché ci sono persone che proprio non dovrebbero fare forex trading?

Forex cos’è

Partiamo da un concetto molto importante: che cosa è il forex. Il forex è il mercato dove si scambiano le valute o meglio le coppie di valute. Questo è un concetto estremamente sottile ma veramente importante per chi vuole imparare a fare trading valutario. Non è mai possibile comprare o vendere una sola valuta. Bisogna sempre comprare una valuta e venderne un’altra. Per questo sul mercato forex sono sempre quotate coppie di valute. Quello che bisogna fare per guadagnare è prevedere il giusto andamento delle quotazioni. Se la previsione è corretta si guadagna, se non è corretta si perde. E’ un meccanismo semplice ed efficace ma ci fa capire chiaramente come funziona il mercato. Se la previsione è sbagliata non solo non si guadagna ma si possono anche perdere soldi. La paura delle perdite attanaglia continuamente i forex trader. Fare forex trading significa esporsi al rischio costante di perdite. A prevedere i movimenti del mercato ci vuole poco, e poi ci sono tantissimi siti che diffondono previsioni più o meno corrette su quello che faranno le valute sul forex. Quello che è veramente difficile è mantenere sempre i nervi saldi, senza farsi prendere dal panico.

Ecco perché diciamo che il forex trading è per molti ma non è per tutti: ci sono persone che hanno paura di tutto, hanno paura anche della propria anima, pensano che il mondo stia complottando costantemente contro di loro. Ebbene, queste persone farebbero meglio, molto meglio, a stare lontani dal mercato forex. Alla fine con il forex trading queste persone non sono capaci di guadagnare nulla. E non è una questione di conoscenze, di tecniche e strategie: possono anche fare 10 anni di università, non impareranno mai le virtù necessarie a guadagnare soldi con il forex. Quali sono queste virtù? Parliamo di coraggio, capacità di andare fino in fondo costi quel che costi, capacità di vivere la vita e pieno. Insomma, possiamo dire che i forex trader di successo sono semplicemente Uomini veri. I mezzi uomini, i quaquaraquà, i maricones come dicono in Spagna, non sono adatti a fare forex trading ed è meglio che ne stiano alla larga.

Forex opinioni

Quando questi individui cominciano a fare forex, infatti, non solo perdono i propri soldi (cosa tutto sommato positiva, l’economia funziona meglio quando i soldi sono separati dai cretini) ma si costruiscono anche convinzioni assurde che poi provvedono a far sapere al mondo intero a mezzo forum. Una delle opinioni più assurde sul forex trading, partorita da queste menti perdenti, è che il forex sarebbe una sorta di grande truffa legalizzata. Questo perché loro non riescono a guadagnare nemmeno un centesimo. Ma in effetti il forex non è una truffa e lo dimostrano i tantissimi trader forex che riescono a portarsi a casa profitti elevati, in alcuni casi anche più che milionari.

Attenzione: sul forex possono esserci operatori poco chiari e truffaldini, questo non in discussione. Tutto sta a saperli evitare, scegliendo esclusivamente piattaforme di trading forex che siano state autorizzate e regolamentate dalla CONSOB. Queste piattaforme offrono una garanzia assoluta di correttezza e affidabilità, ecco perchè non commettono truffe ai danni degli utenti che possono così operare senza nessun tipo di rischio.

Vuoi diventare trader? Ce la puoi fare…

diventare traderLa fame di guadagni immediati e consistenti è ormai un dato di fatto: in un momento di crisi economica e finanziaria è difficile guadagnare soldi, soprattutto per chi è giovane e non proviene da una famiglia benestante. Una delle forme ancora aperte a tutti per guadagnare è appunto rappresentata dal trading online. Non è un caso che diventare trader stia diventando una specie di moda: tutti pensano di poter guadagnare un sacco di soldi con il trading online.

Ma è facile o meno diventare trader?
Quello che si dice a proposito dei milionari che sono riusciti a farsi da soli grazie ai mercati finanziari è una bufala oppure è veramente possibile cambiare la propria vita con il trading?

Partiamo da un concetto fondamentale che spesso viene dimenticato: i soldi facili non esistono a questo mondo. I soldi sono forse una delle cose più preziose di cui possiamo godere in questa vita terrena e nessuno li regala, per nessuna ragione. Chi promette soldi facili probabilmente sta pensando qualche truffa.

In ogni caso il trading non è difficile se ci si impegna a fondo e se si studia con cura e attenzione. Un punto di partenza per lo studio e l’approfondimento del trading online è DiventareTrader.com. Se vuoi fare trading online, DiventareTrader.com è il posto dove devi cominciare a studiare.

Trading online opinioni

Ma ancora prima di studiare per diventare trader, devi liberarti dalle opinioni fallaci che sono diffuse a proposito del trading online. Una di queste opinioni l’abbiamo già esaminata: il trading online è un modo per fare soldi facili. Falso, semplicemente perché nessuno regala soldi. Il trading online non è una specie di gioco online o di scommessa. Se vuoi scommettere, iscriviti ad un buon casino online (meglio se autorizzato e regolamentato AAMS) e divertiti. Ma non considerare mai la scommessa come una fonte di guadagno, è un divertimento. In effetti puoi divertirti anche con il trading online, magari con le opzioni binarie. Ma se proprio devi farlo, usa una somma di denaro molto piccola. Se scommetti, non stai investendo e sicuramente perderai soldi. La parola sicuramente ha un valore statistico: è ovvio che su 100 che scommettono sui mercati in modo ludico, ci sarà pure un trader che guadagnerà un sacco di soldi e magari lo andrà a scrivere sui forum di settore forex per vantarsi. Ma è un caso, se ci provi anche tu probabilmente perderai soldi.

Un’altra opinione completamente sballata sul trading online è quella delle truffe. Il trading online non è una truffa legalizzata più o meno pericolosa. Ci sono piattaforme di trading che truffano, su questo dobbiamo essere chiari. Ma è molto facile evitare questi pericoli: basta selezionare esclusivamente piattaforme autorizzate e regolamentate da CONSOB e gli investimenti sono al sicuro.

Alcuni trader considerano anche le commissioni sull’eseguito applicate da alcune piattaforme come una truffa legalizzata
. Su questo punto non vogliamo esprimerci, sicuramente fare trading e pagare commissioni sull’eseguito è un vero e proprio suicidio finanziario. Tuttavia non possiamo nemmeno dire che siano una truffa: le piattaforme che applicano commissioni sull’eseguito lo dicono sempre esplicitamente, anzi quando fanno marketing si vantano dicendo che le loro commissioni sono basse. Quindi il modo di difendersi e non perdere soldi è semplicemente evitare queste piattaforme.

Simulazione trading online

Una volta fatta la scelta giusta della piattaforma di trading da utilizzare, resta il problema di imparare a diventare trader. Per risolverlo, potrebbe essere utile utilizzare per qualche tempo le piattaforme demo che tutte le migliori piattaforme per il trading online mettono a disposizione dei propri clienti, di solito in maniera del tutto gratuita. Che cosa significa fare trading online demo? Significa, di fatto, operare sui mercati finanziari utilizzando una piattaforma simile in tutto e per tutto a quella che si usa per operare con soldi veri ma con una differenza di fondo: il denaro impiegato è virtuale, quindi non si perde nulla ma non si guadagna nulla. E’ un modo ideale sia per poter valutare una piattaforma di trading sia per entrare in alcuni mecanismi di base tipici del trading online.

Insomma, chi vuole diventare trader può rendersi conto di che cosa sia il trading online anche grazie ad una buona simulazione, oltre che ovviamente studiando. E chi è già esperto può semplicemente utilizzare le demo del trading online per poter valutare una piattaforma dal punto di vista della facilità d’uso e dei servizi offerti.

Quello che è certo, però, è che la simulazione del trading online non aiuta ad accumulare molta esperienza reale. Per chi vuole diventare un trader esperto, quindi, la cosa migliore da fare è operare con soldi veri. Pochi, magari anche pochissimi ma veri. Questo perché il trading on line non è solo tecnica, è soprattutto psicologia. Colui che vince con il trading on line è colui che sa gettare il cuore oltre l’ostacolo, colui che sa andare fino in fondo anche quando tutto sembra perduto. Queste qualità non si possono acquisire con le piattaforme demo, si imparano solo con la pratica reale. Quando ci sono soldi veri in gioco i sentimenti forti sono la paura di perderli e l’avidità per guadagnarne di più. Sono così che non si sentono quando si opera in modalità simulata perché in fondo non si può vincere nè perdere assolutamente nulla.

Corso trading online

Molto spesso coloro che si avvicinano per la prima volta al meraviglioso mondo del trading online e vogliono diventare trader si fanno impapocchiare dai venditori di corsi di trading on line. Il consiglio che diamo a tutti è quello di non pagare, per nessuna ragione, per fare questi corsi. Esistono eccellenti corsi, sia online che dal vivo, che sono completamente gratuiti. Tra l’altro valutando la qualità dei corsi gratis e di quelli a pagamento viene fuori un paradosso: i corsi gratis sono di migliore qualità didattica rispetto ai corsi di trading a pagamento. I corsi a pagamento sono costosi, possono benissimo costare più di 1.000 euro e purtroppo non insegnano quasi nulla. Ho parlato con un ventenne, qualche mese fa, che aveva pagato 1.200 euro per un corso di trading. Si era sentito ripetere per 2 giorni la parola Fibonacci senza capire assolutamente che cosa fosse. Per fortuna questo ventene ha scoperto un’ottima piattaforma per il trading online che gli ha anche regalato un corso gratis e grazie a quel corso sta diventando un trader dei mercati finanziari.

Azioni Apple: quale futuro?

tim cook azioni appleLa morte del grandissimo Steve Jobs ha lasciato un grande vuoto in molti cuori ma anche ha scavato una voragine nei portafogli degli azionisti Apple. Le azioni Apple non sono più state le stesse dopo che il grande Jobs è passato a miglior vita. Il suo successore, il contestatissimo Tim Cook, magari ha la capacità di gestire il giorno dopo giorno, ma è completamente privo di ogni tipo di visione per il futuro. E Apple è diventata grande proprio per la visione del futuro che aveva Steve Jobs, non certo per la gestione quotidiana del business. E poi si sa, le questioni che più stanno a c..uore a Tim Cook sono ben altre. E ci fermiamo qui, perché questo è un sito di finanza non un sito di cronaca rosa omosessuale.

Ma allora qual è il futuro delle azioni Apple? Che cosa si devono aspettare gli azionisti? Per prima cosa, diciamo subito che una persona come Steve Jobs è unica, ne nasce una per secolo. Quindi gli azionisti Apple dovevano già aver messo in conto che con la scomparsa del grande leader le cose sarebbero andate peggio. Tuttavia Apple ha un grande patrimonio di idee e brevetti. Inoltre, il valore del suo marchio è innegabile, si tratta di uno dei marchi più pesanti al mondo. Questo capitale, eredità della gestione Jobs, consente ancora oggi ad Apple di essere una delle aziende tecnologiche migliori al mondo. Ma allora conviene investire in azioni Apple?

Il discorso non è semplice e ovviamente non diamo mai consigli operativi diretti. Sicuramente se l’orizzonte degli investimenti è ridotto a 2 o 3 anni, possiamo dire che Apple sarà ancora leader a livello mondiale. Se però si vuole puntare su un investimento a lungo termine, le cose cambiano. Il paragone più azzeccato potrebbe essere fatto con Nokia: nel momento in cui i cellulari iniziarono a diffondersi, Nokia diventò una vera e propria macchina da soldi, un’azienda che distribuiva dividendi ai suoi azionisti e ritmi pazzeschi. Poi che cosa è successo? Nokia ha perso il grande treno dell’innovazione, i cellulari sono diventati intelligenti e Nokia non lo ha capito per tempo. Risultato? Ha perso quote di mercato e la divisione cellulari è stata letteralmente svenduta a Microsoft. Un intero paese, la Finlandia, ha sofferto le conseguenze di questo drammatico errore di previsione.

E’ molto probabile che una crisi di questo tipo accada anche ad Apple nel corso dei prossimi anni. Non sappiamo quando, ma sicuramente la visione strategica di Tim Cook non è all’altezza delle sfide dei mercati globabi. Attualmente Apple vive grazie all’amore per il marchio di milioni di consumatori di tutto il mondo, amore frutto dell’impegno di una vita di Steve Jobs. Ma adesso che le redini sono passate al modesto Timo Cook, che tipo di amore per il marchio si può generare?

Un altro paragone molto interessante che possiamo fare è quello tra le azioni Apple e quelle di Yahoo: nel caso di Yahoo, si tratta di una delle compagnie che ha fatto la storia di internet, anzi possiamo dire che senza l’azione di Yahoo negli anni iniziali internet oggi non sarebbe come la conosciamo. Eppure le azioni di Yahoo sono in caduta libera, la società non riesce a generare profitti a sufficinte per ripagare gli azionisti dei loro investimenti. E questo tutto perché manca una visione sul futuro. La CEO di Yahoo, Marissa Meyes, è sicuramente meglio di Tim Cook (e noi la preferiamo decisamente a livello personale) ma alla fine condivide con lui lo stesso difetto: non ha una visione per il futuro. E questo significa declino e fine dei giochi.

Investire in Borsa: consigli utili

investire in borsa

Per investire in Borsa, non è necessario avere una laurea in Economia, ma sicuramente servono doti personali, un po’ di studio delle dinamiche di base del mercato e del capitale da investire. Per darti un primo orientamento e farti iniziare a guadagnare soldi in Borsa, ecco una guida pratica, che ti darà gli strumenti per iniziare la tua attività.

Da dove iniziare

Prima di iniziare a investire, inizia a fissare dei paletti obiettivi, che ti consentano di guadagnare nel tempo e di definire quanto sei in gradi di perdere. Gli investimenti che farai sono considerati ad alto rischio e, proprio per questo, ti danno guadagni più alti, ma dovrai verificare di volta in volta se il rischio è accettabile o meno, facendo un’analisi tecnica del mercato in cui ti muovi.

Fissa un budget minimo, che non incida con le tue esigenze personali. In questa prima fase, non lasciare il lavoro, ma dedica una parte della tua giornata per investire in Borsa e imparare le dinamiche e le differenze tra i vari strumenti finanziari. Fissa obiettivi realistici, in base al tipo di finanziamento scelto.

Ricorda che anche il tempo è una moneta di investimento, anzi, è la più importante. Per questo, verifica in quanto tempo il tuo investimento sarà redditizio e non investire mai in un unico affare, facendo in modo che i guadagni di un’operazione possano farti recuperare le perdite subite da un’altra.

Oggi, si può investire in Borsa poco, con strumenti remunerativi e direttamente online, a patto di sapere come muoverti. Prima di tutto, devi verificare l’andamento degli indici azionari: questi dati ti diranno come si sta muovendo il mercato e come investire.

Se vuoi avere strumenti validi, sappi che esistono delle piattaforme dedicate, che ti consentono di investire e guadagnare direttamente online, tramite il tuo conto corrente. Verifica che la piattaforma sia in italiano, abbia un servizio di supporto per i clienti e sia in regola con le leggi italiane (alcune sono già state valutate dalle associazioni per i consumatori) prima di lasciare i tuoi dati.

La piattaforma ti offre diversi servizi in cambio di una minima commissione sui guadagni e ti offre un primo bonus di entrata, oltre a una demo per iniziare a capire come si investe con denaro virtuale.

Ricorda che in Borsa si investe, non si scommette e non si gioca. Per questo, è fondamentale scegliere quale tipo di strumento finanziario utilizzare: le azioni sono consigliate a chi ha già maggiore dimestichezza, mentre chi inizia dovrebbe valutare gli ETF (titoli che dipendono dall’andamento di un singolo indice, semplice da monitorare per chi parte con piccoli investimenti in Borsa) e i derivati più semplici.

Di per sé, investire in Borsa con i derivati non è pericoloso, a patto di aver fatto un’analisi a monte.
L’atteggiamento giusto per investire in Borsa

Se vuoi investire in Borsa con lo spirito giusto, mantieni un atteggiamento distaccato: in questo modo, in caso di perdite, sarai tutelato e con il tempo potrai adottare strategie sempre migliori per ottenere ottimi guadagni dal tuo investimento. Con il tempo e lo studio, potrai trasformare questa passione in un lavoro.

Tassazione opzioni binarie: come funziona?

opzioni binarieLe opzioni binarie negli ultimi anni hanno attratto a se un gran numero di appassionati e neofiti grazie alle alte potenzialità di guadagno e alla grande semplicità di utilizzo, operare tramite questo potente strumento finanziario è facile ed intuitivo e non serve conoscere tecnicismi economici e avere già delle competenze riguardo il mondo economico, basta avere un pc e una connessione ad internet ed il gioco è fatto.

Tassazioni nel mondo del trading online

Spesso si tende però a sottovalutare il discorso delle tassazioni per quanto riguarda le opzioni binarie, in questo articolo analizzeremo tutta la questione. Essendo aumentata negli ultimi anni l’attività d’investimento sui mercati finanziari, sono arrivate anche le regolamentazioni degli strumenti per volti all’investimento di denaro online riguardanti le tassazioni dei ricavi ottenuti da attività come quella del trading binario. Regolarizzare la propria posizione riguardo i profitti è molto semplice e di seguito spiegheremo in che modo potrai farlo.
Nel caso del regime dichiarativo il trader ha l’obbligo di provvedere automaticamente al pagamento delle tasse sui guadagni ottenuti nelle attività di trading svolto on line, specificando con precisione la somma dei proventi tramite la dichiarazione dei redditi come accade per il pagamento delle normali tasse.

Nel caso del regime sostitutivo, la dichiarazione invece verrà automaticamente ogni volta che il trader otterrà un profitto
, sarà il broker stesso a trattenere la tassa e rigirarla allo stato, quindi il trader è esentato da qualsiasi operazione fiscale perché è il broker che si assume il compito.

La tassazione nel dettaglio

Per essere completamente in regola bisognerà riempire il modulo nella maniera corretta con i profitti dell’anno precedente, basterà compilare l’apposito riquadro all’interno del modello unico collocando l’importo esatto della plusvalenza ottenuta tramite le operazioni di trading online. Anche le perdite dovranno essere inserite nell’apposito riquadro, deducibili solo per una quota precisa che si aggira intorno al 60%. Il pagamento dell’imposta deve rigorosamente essere effettuato tramite il modello f24 con codice tributo 1100. Ovviamente tutti gli intermediari con i quali si sono ottenuti profitti o perdite devono assolutamente essere registrati presso la Consob e autorizzati dalla banca d’Italia, in un altro riquadro andranno indicati invece i flussi di denaro ottenuti tramite operatori esteri con descrizione del movimento del proprio capitale, ma solo se l’ammontare supera la soglia dei 10.000Euro per anno solare.

Da sottolineare il fatto che le operazioni di trading online a livello fiscale possono rientrare in due tipi di regimi diversi che prevedono entrambi la modalità di dichiarazione di redditi anche se con metodi differenti tra loro.
Quindi per rimanere nella legalità è importante che ogni trader professionista che superi una determinata soglia di profitti annua, si preoccupi, in base al proprio regime dichiarativo, di versare allo stato le regolari imposte rispettando così la tassazione prevista dall’uso di uno strumento finanziario come quello delle opzioni binarie. Avere una persona che si occupi di ordinare ed effettuare queste operazioni in automatico potrebbe essere una soluzione davvero comoda ed in grado di risparmiare tempo prezioso.

Migliori broker per forex

migliori forex brokerIl post che abbiamo scritto l’altro giorno è stato puramente introduttivo e, confessiamolo pure candidamente, c’era pure un po’ di fuffa. Da oggi in poi, promesso, non ci sarà fuffa ma andremo dritti al sodo della questione. Come guadagnare soldi facendo trading online sui mercati finanziari. Oggi ci occupiamo del mercato finanziario per eccellenza, il forex.

Molti dei trader che cominciano ad operare sui mercati cominciano dal forex e il motivo è semplice: operare sul forex è semplice, immediato, intuitivo, ci sono guide molto semplici che spiegano passo a passo come si investe con successo sul mercato forex. Ma c’è un elemento che spesso si trascura, o meglio che spesso i principianti del forex trascurano: sul mercato forex si possono anche perdere soldi, i guadagni non sono automatici e sicuri. Molti pensano che basti aprire un conto su di un forex broker per iniziare a guadagnare soldi. Niente di più sbagliato. Anzi, il problema inizia ancora prima dell’apertura del conto di trading su di un broker forex. Il problema c’è quando si deve scegliere i migliori broker forex.

Il punto è questo: per guadagnare con il forex ci vuole il miglior forex broker, ma qual è il migliore? Non lo sappiamo. Oppure potremmo rispondere: dipende. Vediamo nel dettaglio come si fa a individuare quelli che sono i migliori broker per forex.

Classifica broker forex forum

Ci sono trader forex principianti che cercano la classifica dei migliori broker per forex sui forum. Niente di più sbagliato. Perché? Perché i forum non sono sottoposti a nessun tipo di controllo editoriale e sui forum finanziari scrivono tutti, dall’adolescente brufoloso in cerca di riscatto all’esperto di trading. Però siamo realistici: per ogni trader professionista che scrive su un forum ci sono almeno 1000 adolescenti perdenti che scrivono a fini di riscatto personale, rovesciando la loro ignoranza e la loro accidia. Risultato? Capita che sui forum ci siano recensioni negative di broker per forex di alta qualità o che ce ne siano di positive per broker letteralmente truffaldini. Poi ci sono le recensioni interessate: provate a consultare i forum finanziari e vedrete che i broker che applicano commissioni sono sempre sugli scudi, mentre quelli che non applicano commissioni sull’eseguito perché sono gratuiti sono spesso denigrati. Perché i broker per forex gratis fanno schifo secondo gli iscritti ai forum e quelli che ti rovinano letteralmente a botta di commissioni sono invece perfetti? Semplice, perché i broker che incassano le commissioni possono permettersi campagne di social media marketing. In pratica, pagano persone per scrivere su forum o su Facebook questo tipo di contenuti. I broker che applicano commissioni sull’eseguito, infatti, hanno perso molte fette di mercato proprio per la nascita dei broker gratis. I clienti preferiscono risparmiarsi le commissioni e usare broker a commissioni zero. Di conseguenza i broker che di commissioni vivono (e che hanno fatto veramente un sacco di soldi) hanno cominciato questa campagna denigratoria. Il problema è che lo hanno fatto in modo così maldestro che probabilmente ha avuto effetti anche controproducenti. Stendiamo comunque un velo pietoso sull’argomento, la cosa importante da dire è che è meglio stare lontani dai forum per scegliere il miglior broker per forex.

Migliori broker forex italiani

Ma allora dove possiamo trovare i migliori broker forex italiani? Ci sono siti forex di altissima qualità, scritti da esperti e non al soldo dei broker che pubblicano recensioni indipendenti dei migliori broker per forex. Grazie a questi siti è possibile scoprire quali sono i migliori broker forex. Ma quali sono? Perché abbiamo detto che dipende? Dipende dal trader, ovviamente. Non tutto è relativo, cominciamo da qui. Il fatto che un broker forex sia autorizzato e regolamentato da CONSOB è una condizione assolutamente necessaria, su cui veramente non si può transigere. Allo stesso modo non si può transigere sul fatto che non ci siano commissioni sull’eseguito. Moltissimi trader sono stati rovinati (letteralmente) dalle commissioni sull’eseguito ed è quindi molto meglio farne a meno. I migliori broker per forex sono completamente gratis e non applicano commissioni.

Ora, una volta selezionati i broker autorizzati dalla CONSOB e che non applicano commissioni
(per il momento ci sono ancora broker CONSOB che applicano commissioni, l’auspicio di molti trader è che la CONSOB possa cambiare le cose a breve ma per il momento le cose stanno così) bisogna decidere qual è il miglior broker. Possiamo subito dire che ci sono dei fattori importantissimi, come il bonus.

Tutti vogliono operare con il bonus perché significa guadagnare più soldi: il capitale a disposizione è più alto, è possibile fare più operazioni e fare più profitti. Anche dal punto di vista psicologico il trader si sente più tranquillo e opera prendendosi più rischi e guadagnando di più. Tuttavia il bonus non è una caratteristica strettamente indispensabile: è perfettamente plausibile fare trading forex senza nessun tipo di bonus e guadagnare. Certo quando c’è fa piacere, quindi bisogna tenerne conto opportunamente quando si fa la scelta del miglior broker.

Ancora, ci sono altre caratteristiche: ad esempio, il fatto che il broker sia facilissimo da usare e che ci siano a disposizione gratuitamente guide e tutorial. A questo proposito, possiamo osservare che quest’ultima caratteristica è più importante per i trader inesperti che per quelli esperti. I trader esperti non hanno bisogno in nessun caso di corsi di trading, al massimo può far loro piacere il fatto di operare con un’interfaccia facile da usare. Ecco spiegato perché la scelta del broker forex è qualcosa di soggettivo. Può anche capitare che un trader trovi più piacevole operare con un broker piuttosto che con un altro per ragioni istintive. E va bene anche questo. Tuttavia bisogna fare attenzione: la scelta, anche irrazionale, può essere fatta esclusivamente prendendo in considerazione i broker che siano stati autorizzati e regolamentati da CONSOB e soprattutto che non applicano commissioni sull’eseguito.

Trading online: per tutti quelli che vogliono guadagnare

Pegacity.it è un progetto ambizioso: viviamo nell’epoca dei social ma forse i social network non sono la cosa più giusta per fare tutte le cose. In fondo ci sono cose complicate, dove non tutti possono contribuire alla discussione alla pari. Noi abbiamo pensato che il trading online non è l’argomento giusto per essere trattato su social e forum e anzi abbiamo notato che ogni qual volta si parla di trading sui social o sui forum vengono fuori opinioni bizzarre. Fa eccezione il social trading, che è una tecnica particolare per fare trading online di cui parleremo nel prossimo futuro.

Ma andiamo con ordine: chi siamo? Dove veniamo? Dove vogliamo andare?

Siamo un gruppo di trader professionali che hanno accumulato negli anni una grande esperienza sui mercati finanziari on line. In pratica, siamo un gruppo piuttosto folto di persone che vivono di trading e, in alcuni casi, hanno anche accumulato un non indifferente patrimonio con lo stesso trading online.

Veniamo da anni e anni di esperienza, abbiamo passato giorni e purtroppo anche notti davanti al computer
, molti hanno sacrificato il tempo libero e qualcuno persino le relazioni di coppia per la nostra passione per il trading on line. Fare soldi con i mercati finanziari è qualcosa che ti coinvolge, che ti strappa l’anima quasi. Ma i risultati poi sono meravigliosi.

Vogliamo creare, oggi, una risorsa indipendente, oggettiva e ricca di contenuti per tutti coloro che si vogliono occupare di trading online. Non vogliamo semplicemente creare l’ennesimo sito di trading on line. Di solito sono creati da ragazzini brufolosi che di trading non sanno quasi niente e che vogliono solo provare a incastrare qualche pollo da spennare tramite corsi online o dal vivo. Non ci interessa.

Non faremo mai corsi e, più in generale, non chiederemo mai nemmeno un centesimo ai nostri lettori
. Scriviamo per passione, per amore del trading e questo significa che non abbiamo nessun tipo di obbligo, se non quelli verso la nostra coscienza. Insomma, non scriveremo tutti i giorni perché di solito siamo occupati a guadagnare soldi on line con il trading e non abbiamo tempo di scrivere. Ma quando scriveremo, cercheremo davvero di dare il massimo possibile, di trasmettere la nostra esperienza.

Vincere soldi con il trading online

Molto spesso chi comincia con il trading punta a guadagnare, prima possibile, più soldi possibili. Ebbene, come si a vincere soldi con il trading on line? La cosa migliore da fare è ragionare accuratamente, studiare e approfondire sempre senza fermarsi. Anche i più professionisti tra i trader non smettono mai di studiare. Anzi, se proprio dobbiamo dirla tutta, di solito sono proprio i trader che studiano di più quelli che vincono più soldi.

L’importanza di scelta della piattaforma

Uno degli aspetti fondamentali per chi vuole vincere soldi con il trading è la scelta della piattaforma di trading online. Senza la piattaforma giusta, non è possibile guadagnare, anzi si perde sicuro. Come si fa a scegliere la piattaforma di trading giusta? Semplice, per prima cosa deve essere una piattaforma sicura e affidabile, certificata dalla CONSOB. Poi deve essere anche conveniente, quindi niente commissioni, bonus elevati e spread bassi. Poi ci sono degli elementi soggettivi. Un trader principiante ha bisogno sicuramente anche di un’interfaccia molto facile da usare e poi anche di corsi facili da capire e da leggere sul trading on line. Un professionista apprezza sicuramente la facilità d’uso anche se magari non è un fattore principale, mentre non ha bisogno di corsi di nessun tipo erogati dal broker.